“Che il tempo passi!” L’avesse trattenuto

non sarebbe passato un singolo minuto

non un istante, un lampo: il roditore

alzò la testa, sorrise compiaciuto.

Rose le ore, bianco il silenzio, muto.

 

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • utente anonimo  On 20 giugno 2004 at 17:28

    come per dire chi non risica non rosica 🙂
    (sorrido compiaciuta)

  • utente anonimo  On 20 giugno 2004 at 17:28

    come per dire chi non risica non rosica 🙂
    (sorrido compiaciuta)

  • Anonimo  On 21 giugno 2004 at 19:28

    Il colore del tempo che passa è l’equilibrio estetico ed intimo delle parole trattenute in un istante, lavoro di anni, un lampo bianco.
    E qui lo si respira.

  • Anonimo  On 21 giugno 2004 at 19:28

    Il colore del tempo che passa è l’equilibrio estetico ed intimo delle parole trattenute in un istante, lavoro di anni, un lampo bianco.
    E qui lo si respira.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: