Distrazioni:

    idea numero trenta

   

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • keywords  On 12 marzo 2005 at 10:45

    oh, bella la poesia di prima…
    … vabbè, potevo rispondere lì… però c’era troppa folla e mi vengono le crisi di panico in mezzo alla gente che spinge…

  • matisse  On 12 marzo 2005 at 11:28

    Ti ringrazio dovunque, francesco. Non preoccuparti, qui nessuno spinge e s’accalca. Dot by dot, arriviamo tutti a conoscerci lentamente.

  • arden  On 12 marzo 2005 at 11:52

    :-)§

  • matisse  On 12 marzo 2005 at 12:13

    Per esempio, adesso so che arden ha il codino 🙂

  • cf05103025  On 12 marzo 2005 at 13:35

    Dietro il tendone
    i due porcelli si danno
    un gran bacione
    o magnano il pastone?

  • utente anonimo  On 12 marzo 2005 at 14:11

    La prima!!! La prima!!!

  • matisse  On 12 marzo 2005 at 15:55

    (un tendone??)

    La presa!! La presa!!

  • cf05103025  On 12 marzo 2005 at 16:19

    Un tendone con le prese disegnate
    per nasconder dei maiali le porcate

  • MIRELLADEPARIS  On 13 marzo 2005 at 00:46

    che bello Matisse!

  • manginobrioches  On 13 marzo 2005 at 04:15

    sono maiali senza asole.

  • manginobrioches  On 13 marzo 2005 at 04:20

    o senza sole?

  • cf05103025  On 13 marzo 2005 at 09:31

    la presa la presa
    gridava a distesa,
    ecco,
    quello di destra l’avea mangiata
    quel di manca solo assaggiata,
    che dicea che sapeva di stantio
    come il pastone di suo zio

  • cf10052015  On 13 marzo 2005 at 10:56

    a me fa venire in mente “per un ditino nel telefono”
    (ne son successe delle belle)

  • utente anonimo  On 13 marzo 2005 at 11:22

    Poor..celli, son certo tedeschi, come le prese, destinati alle presse: insaccati futuri.

  • utente anonimo  On 13 marzo 2005 at 19:41

    Queste prese
    o questi circoli con due punti
    paion dei porci le narici,
    che si vedrà apponendoci l’occhio?

    Chissà apponendoci l’orecchio?
    Chissà infilando un dito?

    Chi infila il dito in del porco la presa
    sa quel che mette
    ma spesso non ha resa.

  • utente anonimo  On 14 marzo 2005 at 10:24

    In tempi di crisi energetica, mi sembra un invito a cercare fonti alternative (o semplicemente ritieni la corrente elettrica una maialata? o forse volevi mettere due suini al corrente della cosa?)

  • utente anonimo  On 14 marzo 2005 at 13:37

    Perché i commenti di Bandini li riconosco prima ancora di cliccare sulla casetta? 🙂

  • matisse  On 14 marzo 2005 at 18:51

    Che sia un tentativo d’attaccare bottone, manginobrioches, quello di stare nei pressi di due asole?

    Un saluto a Mirella, al pittore che secondo me il 13 marzo alle 19.41 si è scordato di firmare, al mago Zurlì, al maestro.

    Signorina Anonimo, lo sa? Succede anche a me 🙂

  • cf05103025  On 14 marzo 2005 at 19:44

    Mi son dimenticato di firmare
    perchè troppo preso
    a porchetta cucinare

    MarioB.

  • RobertoTossani  On 15 marzo 2005 at 09:14

    Sì.

  • matisse  On 15 marzo 2005 at 09:29

    Qual era la domanda?

  • cf05103025  On 15 marzo 2005 at 11:49

    Ho chiesto a RobertoT. se avevo cucinato la porchetta troppo grassa.
    Lui ha detto: sì.
    MarioB.

  • utente anonimo  On 15 marzo 2005 at 17:22

    Pronto?…Pronto, pronto?…
    Rit.
    Per un ditino nel telefono
    ne son successe delle belle;
    per un ditino nel telefono
    sono successi tanti guai.
    Il mio fratello piccolo
    che leggere non sa
    e non conosce i numeri,
    sapete cosa fa?
    Lui gioca col telefono
    quando non c’è papà
    ed ha parlato
    con tutta la città.
    1 1 7 e son corsi tre tassì;
    1 8 6 un telegramma è giunto qui;
    7 7 7 arrivò la polizia
    e invadendo casa mia
    portò via il mio papà.
    Rit.
    Per un ditino nel telefono
    ne son successe delle belle;
    per un ditino nel telefono
    sono successi tanti guai.
    Chiamò la guardia medica,
    il medico arrivò;
    la mamma che gridava
    tra i matti si trovò.
    I vigili del fuoco
    son giunti dopo un po’
    e con tant’acqua
    la casa naufragò.
    1 1 4 e una sveglia ci arrivò;
    1 8 2 il centralino ci chiamò;
    6 2 0 arrivò un carabiniere
    che ci mise le manette
    e in prigione ci portò.
    Rit.
    Per un ditino nel telefono
    ne son successe delle belle;
    per un ditino nel telefono
    sono successi tanti guai,
    sono successi tanti guai ai ai ai ai!

    Scusate, ma da due giorni mi gira in testa come shinning…
    Non t’arrabbiare, mat, oh mat.

  • cf05103025  On 15 marzo 2005 at 18:57

    Mi hanno detto che qui non si devono scriver porcherie,
    se lo feci or mi emendo
    E d’ora in poi io ciò non farò,
    però i porcellini lì sopra mostrano il culetto,
    ecco,
    ed anche il codino biricchino
    a ricciolino,
    già

  • RobertoTossani  On 16 marzo 2005 at 08:58

    Carissima, la mia non era una risposta: l’ho posta, come affermazione, nel caso l’interpunzione “!” arricciasse il naso al cospetto dell’elettrodo finale nella stima del maiale che odorava di rigetto.
    (grazie Mario per il tuo contributo, netto … 😉 …)

  • matisse  On 16 marzo 2005 at 08:59

    La tenerezza non mi fa mai arrabbiare, signorina anonimo, anzi, la ringrazio per aver fermato il tempo per due minuti.

    Già, signor cf05103.

  • matisse  On 16 marzo 2005 at 09:10

    M’sieur Tossani, colpa sua se non prenderò più la corriera a Bologna. Posso chiamarla Pollicino?

  • cf05103025  On 16 marzo 2005 at 13:43

    Ho visto Tossani che metteva le dita nelle prese per vedere se i porcellini andavano arrosto.
    E poi dietro al tendone ha nascosto due bottiglie di Prosecco.

    Ho fatto la spia,
    ecco
    MarioB.

  • Effe  On 16 marzo 2005 at 14:14

    on line

  • matisse  On 16 marzo 2005 at 14:24

    Il dado è tratto.

  • RobertoTossani  On 16 marzo 2005 at 17:05

    Mi dispiace per le corriere, più che altro: il suo dado franco-cromatico-poetico su sacripante!, invece, è delizioso.
    Firmato: Allucino.

  • utente anonimo  On 16 marzo 2005 at 23:36

    stasera
    per esempio
    è uscita la “i”
    su sfondo rosso
    con sbavatura di inchiostro nero
    a effetto invecchiamento di dado

    cf10052015

  • MIRELLADEPARIS  On 17 marzo 2005 at 01:29

    mi piace qui dentro, tutti matti 🙂

  • zop  On 17 marzo 2005 at 12:23

    ma tu guarda! un hangar di porci con le ali!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: