Distrazioni:

    idea numero trentasette

   

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • utente anonimo  On 30 giugno 2005 at 09:26

    in ogni caso…la presse*

    pesciolino

  • PlacidaSignora  On 30 giugno 2005 at 09:39

    Il mio prossimo libro di gastronomia ittica lo scriverò così.
    ;-*

  • utente anonimo  On 30 giugno 2005 at 11:17

    Ah! Così si soglion scrivere i libri!!!
    [Bandini]

  • matisse  On 30 giugno 2005 at 12:38

    Ciao pesciolino 🙂 Com’è andata la scuola? Se ti trovi a galleggiare da queste parti, io sono a casa fino al 15 di luglio, mais ne te presse pas*

    Placida, mi insegni a fare gli spaghetti con le vongole vere?

    Eh! Un vero e proprio appiattimento culturale, Bandini 🙂

  • PlacidaSignora  On 30 giugno 2005 at 14:10

    Al pomodoro o in bianco come li faccio io?

  • 3m4  On 30 giugno 2005 at 14:27

    Ne ferisce più la penna che il pescespada:
    ci son rimasti secchi. 😉

  • PlacidaSignora  On 30 giugno 2005 at 14:30

    Ok, speditati (ehm) ricetta via mail, e messa anche da me ad usum golosi ;-D

  • matisse  On 30 giugno 2005 at 15:55

    Dunque: devo mettere le mani a coppa per fare uscire la sabbia dalle vongole. Ho mani piccole, quindi ce ne staranno all’incirca 8. Le vongole saranno 80 e devo scolarle 3 volte. In tutto fanno 30 mani. In quanti siamo qui? 😐

  • PlacidaSignora  On 30 giugno 2005 at 15:57

    Ci vorrà una bacinellona per tutte le nostre mani! 😉 Basta che le scrolli bene nell’acqua (fra il resto, fanno un bellissimo rumore)

  • matisse  On 30 giugno 2005 at 15:59

    3m4, tu mi preoccupi. Non son rimasti secchi a causa delle penne ma degli spaghetti.

  • 3m4  On 30 giugno 2005 at 16:38

    se pre occupo, cosa facciamo dopo?

  • 3m4  On 30 giugno 2005 at 17:44

    Vorresti farmi credere che ci hanno lasciato le penne per gli spaghetti e son rimasti secchi?

  • matisse  On 30 giugno 2005 at 18:13

    Ti ho mai invitato a cena?…

  • utente anonimo  On 30 giugno 2005 at 19:33

    G. Genette, Sogliole. III

    (a ricordo dei nostri pranzetti, baci, mis)

  • matisse  On 1 luglio 2005 at 13:00

    E’ un capitolo all’interno di uno dei suoi saggi, Mis? Che bella nostalgia quei pranzi immaginari :*

  • PlacidaSignora  On 1 luglio 2005 at 13:02

    Quando farà meno caldo, che dici se ne facessimo uno non immaginario? (Oggi il caldo mi sogliolizza, vagolo sul pavimento annaspando piatta a pancia in giù…)

  • matisse  On 1 luglio 2005 at 14:45

    Non so immaginare pranzi non immaginari (sono…ehm…ant’anni che non so cucinare 🙂
    Se mi inviti, prometti di non chiedermi di tagliare le cipolle?

    (Qui ci sono stati temporali tutta la notte ed ora c’è un sole freschissimo).

  • PlacidaSignora  On 1 luglio 2005 at 15:03

    Metterai le olive per l’aperitivo nel piattino. Ma piove ovunque tranne che qui? Persino il pavimento è rovente, sogliola alla griglia.

  • matisse  On 1 luglio 2005 at 18:32

    O liva!
    Parto!
    Due giorni alla pesca di vongole vere.

  • utente anonimo  On 2 luglio 2005 at 11:44

    Buon apesca!
    Mis

  • utente anonimo  On 2 luglio 2005 at 18:04

    Titoli di coda:
    “Tre lische” sono “scheletri”

  • matisse  On 4 luglio 2005 at 07:47

    Vongolavano per altri lidi, infatti, Mis, avvistata nemmeno una. L’ape, invece, quella, è arrivata puntualmente 🙂

    L’anagramma cade proprio à propos, maestro 🙂

  • cf05103025  On 8 luglio 2005 at 18:12

    Che belle le tre passerine!
    Escon dal carrello belle schiacciatine!

    MarioBù.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: