Ricreazioni:

    D’après-moi: Pollock

   

Annunci
Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • zop  Il 2 gennaio 2006 alle 18:42

    – c’è mento?
    – no c’è un’altra cosa!

  • cf05103025  Il 2 gennaio 2006 alle 19:15

    povero Jacksòn
    alla guida del camiòn
    drippava gocciolone
    sullo stradone

    MarioB.

  • madeinfranca  Il 2 gennaio 2006 alle 21:18

    neo Poll (ock) icino

    firmato:
    neo Jackob (son) Grimm

  • inventatore  Il 3 gennaio 2006 alle 09:06

    Se lo accenti Pollòck e lo ripeti mantrico diventa il rumore delle gocce dense che si piluccano fuori dall’allegra betoniera.
    Buon anno!

  • pbeneforti  Il 3 gennaio 2006 alle 10:06

    delle ruote il gripping, del pittore il dripping

  • prufrock1962  Il 3 gennaio 2006 alle 13:44

    “quando soffia il
    nuvole a pezzi
    macchie manipolate
    senza contorni
    sfocati sparpagliate
    opachi di significati
    …..” (N.Balestr.)

    giorni in cui, ecco, vivrei di meteostupori.
    ciao

  • matisse  Il 3 gennaio 2006 alle 20:18

    La pollu(ck)tion (in francese “inquinamento” che vi conosco, eh, se vi conosco! 🙂

    (Chi si è mangiato tre messaggi? E non vi appellate al quinto emenda mento!) (questa era per giocatore)

  • dademar  Il 4 gennaio 2006 alle 03:41

    credo che i tre messaggi li abbia scritti e dedicati espressa mente a te il figlio di jack (lo smacchiatore? :|).
    Senza ricorrere a rorschach (questa era per beneforti ;), si riconoscono con chiarezza, nel secondo verso (di colore), la t iniziale seguita da una i(mmaginazione) e da due s sul finire, oltre a un’accogliente e solitaria e nel solitario verso successivo.
    Il primo verso? ma…ma…ma! 🙂

    ciao! 🙂

  • pbeneforti  Il 4 gennaio 2006 alle 09:37

    hey, dademar, ma sei in privacy?

  • matisse  Il 4 gennaio 2006 alle 21:28

    (adesso funzionano i messaggi?)

  • matisse  Il 4 gennaio 2006 alle 21:29

    (sembra di sì, però adesso non mi ricordo più cosa volevo dire questa mattina, quindi lascio la buona notte 🙂

  • dademar  Il 5 gennaio 2006 alle 12:15

    privacy? naaaaaaa!
    in realtà sono solo un perfezionista.
    ero convinto che esistesse un solo vero spazio creativo: il nulla.
    solo dal nulla, mi dicevo, è possibile creare davvero qualcosa.
    ho preso quel nulla e gli ho dato una casa, al riparo da contaminazioni, da fenomenologiche tentazioni.
    poi, un bel giorno, mi sono guardato intorno e ho scoperto che mi sbagliavo.
    esisteva un altro luogo in cui la creazione era non solo possibile, ma più leggera e naturale di uno spazio vuoto: la poesia.
    è per questo motivo che visito le opere di questo blog.
    da lasarù perfezionista, mi sento felice nell’ammirare capolavori di misura e intelligenza…soprattutto, poi, se a sopportare capi e lavori è la divina matisse 🙂

  • matisse  Il 5 gennaio 2006 alle 14:09

    (si vede il sublime imbarazzo? 🙂

  • cf05103025  Il 5 gennaio 2006 alle 18:15

    Nella betonierina c’era vero spazio creativo o nulla o tabula rasa o tre quintali di catrame o colore acrilico nero o inchiostro di china o nerofumo o Ernestoinpolvere?
    Hic stat busillis o bisillis o pirillis o birillis aut o out.

    Mariobù

  • triana  Il 6 gennaio 2006 alle 10:43

    Tre omini sull’asfalto dopo essere stati investiti dalla betoniera (gocce di catrame-sangue): il primop nonsi è fatto quasi niente e si sta rialzando dolorante: il secondo è tutto intorcinato e deve avere minimo qualche brutta frattura. Il terzo, beh..sembra proprio spiaccicato!
    Oppure una A centrale di buon anno con ricci e boccoli ai lati. E se non riuscite a decifrare la scritta rivolgetevi al vostro server…
    Comunque BUON ANNO!!

  • matisse  Il 6 gennaio 2006 alle 19:16

    Buon anno anche a te, triana, scelgo l’ipotesi della A centrale, nonostante i boccoli! 🙂

  • Paesanino  Il 6 gennaio 2006 alle 22:50

    Be – toniera
    Be – fana
    Beh, per oggi non so andare oltre.
    Un saluto

  • cf05103025  Il 6 gennaio 2006 alle 23:58

    rulla la betoniera
    questa sera,
    non sa che rovesciare
    se non gocciole amare

    Mario

  • matisse  Il 7 gennaio 2006 alle 12:40

    Paesanino! Dare della befana alla mia macchinina! Tzè 🙂

    MarioB., spero vada meglio oggi, con la betoniera per di giorno

  • elisnelpaese  Il 7 gennaio 2006 alle 22:32

    Beh si evince che in quel momento aveva bevuto un bicchiere di troppo; le gocce sono state panting bene…poi i fumi dell’alcool hanno fatto il resto!

  • matisse  Il 8 gennaio 2006 alle 11:26

    Elis, di’ a Macramé che ho postato i merletti su http:florilegium.splinder.com
    ciao 🙂

  • matisse  Il 8 gennaio 2006 alle 11:30

    Ops — Ho visto solo ora che se n’era già accorta 🙂

  • utente anonimo  Il 29 maggio 2006 alle 20:41

    ai que lindo!

  • utente anonimo  Il 31 agosto 2006 alle 02:23

    tudo por aqui é tão legal!…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: