Correnti:

     Plasticismo

   

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • utente anonimo  On 11 novembre 2007 at 10:07

    plasticismo antiecologico, sgrunt

  • utente anonimo  On 11 novembre 2007 at 11:11

    Mi rimpiatto
    di soppiatto
    (posate le posate)
    tra le plastiche
    elastiche,
    tra il pastiche
    e l’affiche.

    M.

  • didolasplendida  On 11 novembre 2007 at 12:05

    apparecchiare l’essenziale

  • utente anonimo  On 11 novembre 2007 at 12:19

    Ma cos’è, oggi si mangia in bianco?

  • triana  On 11 novembre 2007 at 14:17

    :-))

    E come lo vedresti uno in posa plastica?

  • utente anonimo  On 11 novembre 2007 at 22:40

    …imboccata !

    da #4…
    le plat du cocu

    da#5…
    in basso a destra…posa…ta plastica

    bisou s pasthiques !

  • matisse  On 12 novembre 2007 at 10:06

    Oh no, si possono ri-ciclare, sgrunt: il piatto come ruota, la forchetta come freno, il bicchiere come impugnatura del manubrio.

    Ti cerco sotto il piatto
    nascosto nell’anfratto
    sonnecchi come un gatto
    le orecchie un po’ abbassate
    sussurri esterefatto:
    io sono qui, bussate.

    dido, quando cucinerai per me? 🙂

    E’ di rigore l’abito da luna, karim

    Stavo per risponderti come ha risposto made, triana, lei sì che è una ragazza posata 🙂

  • utente anonimo  On 12 novembre 2007 at 11:43

    Déjeuner sur l’Herbe, versione terzo millennio.

    Bandini

  • metallicafisica  On 12 novembre 2007 at 12:09

    prevedo problemi col flambé e col brulè:)*

    se ci aggiungi due monete però, i valori plastici son perfetti*

  • alog  On 12 novembre 2007 at 14:35

    nuvole

  • utente anonimo  On 12 novembre 2007 at 15:37

    certo nelle tue ricreazioni!
    che poi se le fai tra un’ora di lezione e l’altra puoi usarle pure per la merenda:-P
    scrash.

  • utente anonimo  On 12 novembre 2007 at 18:52

    Bussate e non russate!
    sussulto rarefatto
    con ciglia al ciel levate
    di guardia come un ratto
    scoperto sopra al piatto
    da te ormai sopraffatto

    M.

  • cf05103025  On 12 novembre 2007 at 18:56

    Trispody in blue

    MarioBù

  • matisse  On 13 novembre 2007 at 08:35

    Attendo anch’io d’essere esposta, come per le Déjeuner sur l’herbe, al Salon des refusés, signor Bandini 🙂

    Il brulé è la mia specialità in cucina, MF 🙂

    Nuance de nuage, al

    Per la merenda a scuola, scrash, mi nutro di briciole di patatine e cracker che i miei alunni mi elargiscono generosamente dopo avermi detto: apra le mani, prof!

    A più tardi, matteo, ora devo correre al lavoro 🙂

    Cosa vuol dire: trispody, marius?

  • Aditus  On 13 novembre 2007 at 20:33

    IL RITORNO DI OCASUBITO
    *al bistrot http://www.aditus.splinder.com gran portata di analessi misti dall’aia dell’Oca!!!*

  • triana  On 14 novembre 2007 at 02:01

    :-)))

  • alog  On 14 novembre 2007 at 11:38

    nembo cumulo cirro

  • Effe  On 14 novembre 2007 at 15:22

    mi viene in mente, leggendo piussotto D’après-moi: Magritte, che la facica per chiederle un contributo per il blog a-tempo, io l’avrei, proprio, davvero.

  • utente anonimo  On 14 novembre 2007 at 17:40

    ma questa è una posa(ta) plastica!
    ulrico

  • matisse  On 14 novembre 2007 at 18:04

    Incommensurabile signor Effe, chieda pure, se avrò tempo e sarò capace, le verrà sicuramente dato (cos’è la facica? 🙂

    Niente di più vero, ulrico 🙂

  • alog  On 14 novembre 2007 at 23:58

    quando le nuvole sono tante, quante ne bastano per occupare tutta la lavapiatti, qualcuno preme il pulsante. a fine lavaggio le mette via, si libera un po’ di vapore e poi si ricomincia.

  • stayhard  On 15 novembre 2007 at 12:13

    Cari Cartografi, il forum si sta lentamente popolando.
    Ad oggi siamo in 18.
    Eccoci, uno ad uno: 

    vis 
    hoover 
    azur 
    vener 
    turboscopa 
    biandbo 
    Misery 
    boycotto 
    rosso 
    pispa 
    -cla- 
    supportiles 
    al 
    dido 
    quale? 
    madeinfranca 
    libertango 
    Lavinia 

    Avanti, chi manca all’appello?

  • matisse  On 15 novembre 2007 at 12:24

    Uhm, fammi pensare, stayhard… il dono della sintesi nei messaggi? 🙂

  • zop  On 15 novembre 2007 at 14:19

    il problema del plasticismo (rispetto al porcellanesimo, groink) è con le correnti vola via tutto, dopo.

  • matisse  On 15 novembre 2007 at 16:51

    Sei sicuro, fratellino, che con il porcellanesimo non accada? (già vedo un must degli anni ’70, “Porci con le ali” prendere il volo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: