Ricreazioni:

    D’après-moi: J. W. Goward

   

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • utente anonimo  On 10 dicembre 2007 at 10:06

    Più maggio? Prima v’era.

  • sedutoinpiedi  On 10 dicembre 2007 at 12:09

    dopo #1 qualsiasi commento è vano

  • utente anonimo  On 10 dicembre 2007 at 16:09

    oh ma sto qua poteva starsene seduto in polrtrona invece di dire che tutti gli altri commenti sarebbero stati inutili ?

    prrrrrrrrr

  • matisse  On 10 dicembre 2007 at 16:40

    Plu(s)mage qu’ainsi, karim, c’est pas possible 🙂

    Ho commentatori, uno, che non si fanno certo intimidire (però non so bene dove siano in questo momento 🙂

  • unovalelaltro  On 10 dicembre 2007 at 17:42

    stru(n)z più(che)mai

    quel sedutoinpiedi

  • cf05103025  On 10 dicembre 2007 at 17:55

    E’ l’ibis assai incazzata
    nel scorger la sorella
    in spolverino trasformata

  • cf05103025  On 10 dicembre 2007 at 18:03

    (postilla d’arte:
    credevo fosse un dipinto di Sir Lawrence Alma-Tadema, che ha stile affine)
    poi co’ quello stile accoltellò il rivale,
    è una roba noire.

    Questo è lo stile omicida di Alma Tadema, il corpo del reato.

  • matisse  On 10 dicembre 2007 at 18:34

    Sono andata a cercare Sir Lawrence Alma-Tadema, marius, ma non ho trovato alcun riferimento. Le enciclopedie raccontano di lui come di una persona mite. Raccontami quando puoi (e se vuoi 🙂

  • aitan  On 10 dicembre 2007 at 21:35

    #/;o) X

  • utente anonimo  On 10 dicembre 2007 at 23:08

    Io pensavo fosse di Bouguereau…

  • cf05103025  On 10 dicembre 2007 at 23:56

    E’ una palla che ho inventato.
    Scusami Matisse.
    Però a volte vengo preso da una furiosa vena affabulatoria che mi veniva voglia di immaginare Alma Tadema che tenta l’assassinio cruento del collega Godward, perché farnetica che imiti il suo stile.
    Però viene fermato in tempo dalla moglie, che poi era l’amante del detto Godward, che se la cava con due ferite poco pronfonde.
    Recessi profondi della storia dell’Arte!

    Tutto nacque dalla bivalente parola “stile”.

  • utente anonimo  On 11 dicembre 2007 at 15:52

    bisouslegenda

  • didolasplendida  On 11 dicembre 2007 at 22:03

    oh che bel macho!
    ma ma è un mocio!!

  • zop  On 12 dicembre 2007 at 12:26

    un tupé!!!

  • metallicafisica  On 13 dicembre 2007 at 16:38

    La coda del povero Argo! Piumino d’artista!:)

  • matisse  On 15 dicembre 2007 at 17:40

    Scusatemi, la connessione era defunta e anche adesso non è che si senta troppo bene per cui ringrazio velocemente tutti, a presto (spero)!

  • triana  On 16 dicembre 2007 at 11:17

    Ah signora mia, e stura il lavandino, e spolvera, nun je la faccio più manco io…:-))

    O.T. Sono bellissimi!

  • matisse  On 16 dicembre 2007 at 18:03

    (Adoro gli O.T.) 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: