Alfabetizzazioni: Madame et Monsieur

   

Annunci
Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • utente anonimo  Il 8 maggio 2008 alle 17:34

    le custò e la castà
    frrrrr

  • birambai  Il 8 maggio 2008 alle 17:35

    Geniale.
    Naturalmente non voglio neppure immaginare di topi e di passeri. Men che mai di gazze.

  • utente anonimo  Il 8 maggio 2008 alle 20:15

    Stavolta non l’ho capita…

  • utente anonimo  Il 8 maggio 2008 alle 22:41

    Ahimè, stavolta ho messo in mostra un ingegno ben poco salterino.

  • emmart  Il 9 maggio 2008 alle 12:13

    dubbi identitari o violenza domestica?
    :))

  • utente anonimo  Il 9 maggio 2008 alle 12:19

    …pure io non l’ho capita…

    prof…non sei stata molto spiegata…

    bisoussconsy !

  • utente anonimo  Il 9 maggio 2008 alle 13:08

    cavalletto-cavalletta!
    😛

  • ezraz  Il 9 maggio 2008 alle 14:00

    veramente la cavalletta è sulla tela…
    bacibà

  • utente anonimo  Il 9 maggio 2008 alle 14:01

    siamo a cavallo!
    ulrico

  • utente anonimo  Il 9 maggio 2008 alle 15:33

    Mostra con orgoglio il suo autoritratto, girandolo verso il pubblico.

    Bandini

  • matisse  Il 9 maggio 2008 alle 17:40

    gasp, friniscila di frinire, tu sei il cavalletto! 🙂

    Infatti, prima del tuo commento, nemmeno io li avevo immaginati, birambai 🙂

    Non mi sembra che l’ingegno sia saltato al #4, karim, tutt’altro 🙂

    Sai, emmart, che la mia prima poesia visiva aveva come oggetto proprio un grillo (di plastica) e recitava: cri tique cri quet? 🙂

    Scusa, made, adesso mi sembra chiaro 🙂

    Dev’essere come la storia del saggio che indica la luna, ezraz 🙂

    (Non perdere le staffe, ulrico 🙂

    Madame ou Monsieur? Una comunione d’intenti se ho ben capito, signor Bandini 🙂

  • utente anonimo  Il 9 maggio 2008 alle 22:22

    volevo solo fare il verso della locusta e del locusto
    patrizia casta e jaques cousteau
    ma mi è uscito malissimo
    sbang!

  • utente anonimo  Il 10 maggio 2008 alle 07:06

    ma una volta non era la cavalletta che mangiava il cavalletto?

    gugl

  • dadevoti  Il 10 maggio 2008 alle 21:11

    Troppo semplice, non c’è nemmeno una piaga nella tela.

  • alog  Il 11 maggio 2008 alle 08:55

    lei nelle forti braccia di lui. sì, se la caveranno a letto

  • matisse  Il 11 maggio 2008 alle 15:46

    No, no, era perfetto, gasp, non arrabbiarti 🙂

    Ciao gugl, come stai? 🙂 Credevo fosse la mantide religiosa a mangiare il maschietto (per fortuna sono agnostica e anche un po’ inappetente)

    La prossima volta, dadevoti, utilizzo un Burri o un Fontana

    E se poi si accavallano, al?

  • utente anonimo  Il 12 maggio 2008 alle 17:12

    beh, la mantide è una cavallotta, no?

    gugl

  • emmart  Il 12 maggio 2008 alle 19:17

    cri tique cri quet?
    fantas tique(t)!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: