Distrazioni: la metamorfosi

   

Annunci
Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • utente anonimo  Il 23 novembre 2009 alle 21:07

    Matisse non mi pasta mai. Ne vorrei sempre di più.

  • utente anonimo  Il 24 novembre 2009 alle 14:11

    sì ma la ricetta

  • unovalelaltro  Il 24 novembre 2009 alle 19:21

    e i vermicelli ?

  • unovalelaltro  Il 24 novembre 2009 alle 19:23

    scusa non volevo fare il farfallone

  • ziacassie  Il 25 novembre 2009 alle 10:45

    uno, è orrenda quella foto….

  • didolasplendida  Il 25 novembre 2009 alle 12:50

    per primo palomm è notte per secondo palummella zompa e vola

  • utente anonimo  Il 25 novembre 2009 alle 14:53

    stasera, essendo di fretta, penso di fare una pasta al volo… direi che le farfalle sono perfette…

    bepifan (toglieranno la mia foto dalle confezioni del latte, je suis retournée! =P)

  • matisse  Il 25 novembre 2009 alle 18:24

    Grazie, karim, sei una pasta d’uomo (all’uovo 🙂
    al, avvisa tu marina che non posso aderire alla catena di sant’antonio sulle ricette culinarie a meno di non copiarne una a caso su uno dei barottoli che contengono la mia cena (è una questione escatologica)

    uno, a me quella foto piace molto, ma la prossima volta ti dispiace postare le immagini in piccolo? Devi solo scegliere il formato minore in flickr e copiarne il codice (non so perché, ma ho come un déjà vu 🙂

    Buona sera, zia (hai una ricetta da prestarmi? Ci sono due loschi figuri che vorrebbero io partecipassi ad eventi terrificanti quali l’invio d’istruzioni per qualcosa di commestibile)

    Ecco, dido, ecco, e la ricetta? 🙂

    bepifan, tu non sai quanto mi manchi, tengo sempre la tua foto nel frigorifero. Fatti bocciare e torna subito a scuola da me! 🙂
     

  • utente anonimo  Il 25 novembre 2009 alle 22:05

    va bene, ti si concede di prendere ispirazione da uno degli otto baretti in cui ti nutri.

  • ziacassie  Il 26 novembre 2009 alle 18:14

    Matisse, dica loro come Totò: arrangiatevi!

  • ziacassie  Il 26 novembre 2009 alle 18:14

    e poi… la ricetta…
    ma non è mica il blog di suor paola questo, e che diamine!

  • matisse  Il 26 novembre 2009 alle 19:23

    Zia Cassie, ti nomino mio difensore di fiducia e di cucina.
    Al, rivolgiti alla mia legale 🙂

  • utente anonimo  Il 26 novembre 2009 alle 22:51

    va bene.
    Gent. Avv. Cassiera, converrà che la cucina di sua nipote è nota, sia in ambiente orobico che anaerobico, come inarrivabile, a causa soprattutto di particolarissimi effetti di carbonizzazione decostruzionista elaborati in lunga e paziente sperimentazione, che rendono avvilente per qualsivoglia suorpaola ogni ipotesi di paragone. Confido quindi nella sua illuminata adesione alla proposta di diffondere, a beneficio del fedele pubblico della Maestra, una, una sola, comunque irripetibile, ricetta.

    (può scriverla anche sul retro dello scontrino)

  • utente anonimo  Il 28 novembre 2009 alle 12:30

    Farfalle di cartapasta

    :))

    Elis

  • matisse  Il 30 novembre 2009 alle 08:32

    Elis, certo che anche tu, con le parole, ne combini di precotte e di crude 🙂
    In quanto alla cartapasta, sappi che l’elemento essenziale per la sua composizione: la colla, è anche il risultato finale dei miei tentativi  culinari 😐

    Al, la mia  nicchia?

  • ziacassie  Il 1 dicembre 2009 alle 11:43

    Gentile Signore/Signora, non mi è dato di sapere
    (vedo che la mia assistita, e non nipote – almeno in questo caso, mi consenta – si rivolge a Lei come ad Al.
    Al che mi sovviene un HAL 9000 di Kubrickiana memoria e un Al Capone di Wilsoniana memoria, (se poi mi volesse chiarire di quale altro Al si tratta, Le sarei molto grata).
    La mia assistita, altro ha da fare che propinare ricette in Rete.
    La sua vena prolifica e creativa potrebbe essere disturbata soltanto dall’odore di sciocchezze banali come finocchi al gratin o abbacchio e spuntarelle:
    Inoltre Lei, con insinuazioni come quelle pubblicate nel commento qui sotto "inarrivabile, a causa soprattutto di particolarissimi effetti di carbonizzazione decostruzionista elaborati in lunga e paziente sperimentazione", sta demolendo l’immagine della mia assistita, e minandone l’ego.
    La pregherei pertanto di prendere contatto immediato con il mio studio.
    I miei più sentiti sALuti.

  • ziacassie  Il 1 dicembre 2009 alle 11:46

    Matisse, scusi il ritardo…
    ero intinta a consultare un sito:
    cucinaconletuemaninesante.com

  • matisse  Il 3 dicembre 2009 alle 17:54

    Grazie infinite, zia, mi mandi pure la parcella in umido *

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: