Portarifiuti, portaritratti, portabottiglie, portamatite…
   

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • utente anonimo  On 7 gennaio 2011 at 11:01

    potapazienza

  • matisse  On 7 gennaio 2011 at 12:19

    La devo potare? Un attimo. Prima provo a coltivarla πŸ˜‰

  • LaVostraProf  On 7 gennaio 2011 at 14:00

    A bellaporta.

  • matisse  On 7 gennaio 2011 at 16:26

    Dunque hai scelto di entrare nella quarta, prof (per le verifiche avrei optato per la prima porta in basso a sinistra πŸ™‚

  • utente anonimo  On 8 gennaio 2011 at 01:10

    Matisse ha un ruolo portante nella mia letizia.

  • utente anonimo  On 8 gennaio 2011 at 13:55

    rrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

  • matisse  On 8 gennaio 2011 at 20:07

    Qui il portento è dato dai vostri commenti, karim πŸ™‚

  • matisse  On 8 gennaio 2011 at 20:08

    Vedi, zio, che era "potare"? Sento già il rumore della falciatrice πŸ™‚

  • utente anonimo  On 9 gennaio 2011 at 10:18

    C'è un po' di tutto, è veramente una porta di mare.

    Bandini

  • matisse  On 9 gennaio 2011 at 18:48

    Pensavo infatti di assumere un portanaio, signor Bandini πŸ™‚

  • alog  On 11 gennaio 2011 at 01:31

    avez-vous votre passepOrtout?

  • didolasplendida  On 12 gennaio 2011 at 14:06

    'nzerra chella porta….dei rifiuti ovviamente

  • LaVostraProf  On 12 gennaio 2011 at 14:06

    La prima in basso a sinistra è perfetta per le verifiche di oggi (non ci avevo pensato, portamiseria!)

  • matisse  On 12 gennaio 2011 at 19:24

    Non, al, j'ai déjà épié (pOrticipe passé) par le trou de la serrure πŸ™‚

    Se chiudo il portarifiuti non è peggio, didola? πŸ™‚

    Non dirmi che non ti è venuto in mente di dire ai ragazzi che avresti corretto e valutato ogni compito assegnato per le vacanze, prof. 
    Io l'ho fatto ed ora mi ritrovo 135 compiti e altrettante nuove verifiche.
    Portatrota 😐

  • LaVostraProf  On 13 gennaio 2011 at 16:54

    Portunatamente, non do compiti per le vacanze, ma soltanto la solita quantità di compiti, come tra una lezione e un'altra πŸ˜›
    Li ho già portati a casa e riportati a scuola. Portentoso!

  • matisse  On 13 gennaio 2011 at 18:48

    Anch'io ho dato solo una decina di frasi da tradurre, ma moltiplicate per 135 fanno un numero impressionante di parole.
    Però vuoi mettere, prof,  la soddisfazione quando, dall'incertezza tra "je suis" e "je m'appelle", ne deriva un  "Jesu m'appelle…"? πŸ™‚

    (Quel che non capisco è perché la maggior parte dei miei allievi non risponda alla chiamata! πŸ™‚
     

  • utente anonimo  On 13 gennaio 2011 at 21:34

     ho dovuto apportare modifiche al testo del mio immediato commento
    (risultava spammico)…

    mais ,ma très chère Matisse,
    vous pourrais le déduire de la "sporta" de
    mes bisous guêpants et mes souhaitspiquants !!!

      

  • utente anonimo  On 28 gennaio 2011 at 13:53

    ppppppppppp

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: