Nuovo cinema ungherese: Vasarely

   

Annunci
Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Commenti

  • utente anonimo  Il 3 marzo 2011 alle 20:38

    Caspita, l'hai fatto diventare in 3D!

  • utente anonimo  Il 4 marzo 2011 alle 08:26

    ottima regia matisse !

    lo zio ungherese 

  • didolasplendida  Il 4 marzo 2011 alle 12:19

    dal bianco e nero al colore?

  • utente anonimo  Il 4 marzo 2011 alle 22:28

      quoto # 2…brava matisse…e poi i protagonisti !
    altro che il nuovo cinema polacco…con tutti 'sti Cripstac e Petrectec

    bisousd'essai !

  • matisse  Il 7 marzo 2011 alle 08:43

    L'ho fatto per te, karim. So che hai gli occhialini 😉
    (perché non riesco più ad entrare nel tuo blog?)

    Grazie nagybàcsi (sembra che così sia chiamato lo zio in ungherese 🙂

    Sai che ricordo ancora il momento, dido? Quelle lunghe ore con il televisore acceso su un fiore colorato. Immobile.

    Vero, made, i protagonisti! La palma d'oro al miglior attore la darei al signor Gulasch 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: